RICORDANDO FRITZ POLKING
Fritz Polking
La scomparsa di Fritz Polking mi ha molto colpito e rattristato… non è un caso che le sue pagine web siano le prime nella lista dei miei links. Polking è stato un riferimento importantissimo per tutta la fotografia naturalistica europea e ci mancherà molto. Era un grande artista e mi piace ricordarlo con questa immagine, tratta dal suo sito, che lo ritrae “outdoors”, nel suo ambiente naturale, perché, come egli diceva:
"it isn’t the great camera that takes great pictures; it is the photographer who is outdoors at the right place, at the right time."

Se sapete il tedesco o l’inglese, e basta poco perché aveva una scrittura piana e piacevolissima, andate a leggere le sue ultime cose. In “Past & Present”, piccolo gioiello di lucidità e di sintesi, il passaggio al digitale, viene visto come un appassionante ritorno al passato, un’intrigante interpretazione che mi ha molto affascinato. Ve lo consiglio di cuore.
Sempre in “Past & Present” sono stato colpito anche dalla frase che definisce il tempo della diapositiva: “the interlude with slide film”. Semplice e geniale. E di cosa si è trattato se non di un interludio? La fotografia ha ora finalmente ripreso possesso dei suoi normali strumenti, dopo che il rigido dominio della diapositiva aveva per anni costretto i fotografi a gestire situazioni tipo “sink or swim”, nuotare o affogare. E dico “normali strumenti” perché anche Polking, nel suo articolo, mette in guardia dai rischi di una eccessiva tecnologizzazione dell’arte fotografica. Dunque cosa possiamo fare per continuare a ricordarlo. Credo che non ci resti che seguire il suo più semplice, quanto meraviglioso, consiglio, il consiglio di un grande fotografo e di un poeta: “…go out and take pictures of butterflies and autumn leaves.

Past & Present di Fritz Polking


 
Vuoi che la tua mail sia pubblica? si no